Azioni

Borsa Milano prosegue in rialzo con petroliferi, banche, galassia Generali, giù Tim

0

MILANO (Reuters) – Piazza Affari prosegue al rialzo, in sintonia con le altre borse europee, spinte da un ritrovato sentiment positivo del mercato dopo le incertezze generate dall’arrivo della variante Omicron che ha causato un’elevata volatilità nell’ultima settimana.

A calmare i timori sono i segnali di ottimismo su Omicron dopo che gli scienziati dal Sud Africa hanno confermato che i contagiati nel paese hanno riportato solo sintomi moderati e che il professor Anthony Fauci, immunologo e consigliere del presidente degli Stati Uniti Joe Biden, ha detto che non sembra ci sia un alto grado di severità nella variante.

In questo quadro gli investitori ritornano sugli asset più rischiosi ma rimangono ancora cauti sulla consistenza di un trend che possa dare inizio a un rally natalizio, in attesa di nuovi ulteriori segnali.

Qualche elemento di incertezza sul fronte macro è arrivato in mattinata con l’indice Sentix sul sentiment degli investitori per la zona euro che ha mostrato a dicembre una discesa ai minimi di aprile, in scia alle nuove restrizioni per contenere una quarta ondata di contagi da coronavirus.

Inoltre rimane alta l’attenzione sulla vicenda Evergrande (HK:3333), nuovamente sull’orlo del fallimento dopo che il colosso immobiliare cinese, alle prese con una nuova scadenza, ha detto di non essere in grado di garantire sufficienti fondi per il pagamento delle cedole.

Sul fronte domestico il mercato azionario ha accolto positivamente il miglioramento del rating sull’Italia annunciato dall’agenzia Fitch, mentre i dati dell’Istat hanno mostrato un proseguimento del trend positivo a ottobre delle vendite al dettaglio

Intorno alle 12,30 il FTSE Mib registra un rialzo dello 0,9% circa sotto i massimi della mattinata.

Tra i titoli in evidenza:

Telecom Italia (MI:TLIT) in calo del 2,3%, ma sopra i minimi di inizio seduta, quando era arriva a perdere oltre il 4% per le incertezze sull’operazione Kkr generate dalle indiscrezioni stampa di un piano alternativo da parte dei due principali azionisti, Vivendi (PA:VIV) e Cdp, incentrato sullo scorporo della rete e il passaggio del suo controllo allo Stato.

Tonici i finanziari, con l’indice del settore bancario in rialzo di oltre un punto percentuale. Tra i migliori, Banco Bpm (MI:BAMI), Mediobanca (MI:MDBI) e Intesa Sanpaolo (MI:ISP) in salita di oltre l’1,5%, mentre Unicredit (MI:CRDI), promossa da JPMorgan a ‘overweight’, rallenta il passo e limita il rialzo allo 0,9%. Secondo il broker UniCredit è una delle banche destinata a trarre maggiore beneficio dall’aumento dei tassi. Le prospettive di ritorni sul capitale, inoltre, sono attese crescere nei prossimi tre anni grazie anche al buyback.

Forte anche Mps (MI:BMPS), in rialzo del 2,8% dopo il ritracciamento delle ultime due sedute seguite al forte balzo della settimana scorsa.

Tra gli assicurativi spicca Generali (MI:GASI) in rialzo dell’1,8% in attesa del nuovo piano che sarà presentato a metà dicembre. Le indiscrezioni stampa secondo le quali lo sviluppo del risparmio gestito, e in particolare di BANCA GENERALI, sarebbero al centro di un contro-piano che sarà presentato dagli azionisti aderenti al patto, che si oppongono alla conferma di Philippe Donnet, hanno riportato le attenzioni sulla controllata, che guadagna l’1,5%. “Riteniamo che, nell’attuale contesto di bassi tassi di interesse, anche il piano che sarà presentato dal management di Generali il 15 dicembre si focalizzerà in modo significativo sulla crescita sia del private banking con Banca Generali che soprattutto sull’asset management”, commenta Equita. Il broker ha ricordato inoltre che nel corso degli ultimi tre anni la divisione asset management ha mostrato alti tassi di crescita anche grazie alla strategia multi-boutique perseguita dal gruppo.

Nel settore assicurativo bene anche Unipol (MI:UNPI), +1,9%.

Petroliferi in denaro in tutta Europa sul rimbalzo delle quotazioni del greggio. Eni (MI:ENI) guadagna il 2,4% circa. Rialzi diffusi anche sulle utilities con Italgas (MI:IG) a +1,6%, Terna (MI:TRN) e Hera (MI:HRA), in progresso di un punto e mezzo percentuale circa.

Maire Tecnimont guadagna l’1,7% spinta dall’annuncio di ieri sull’aggiudicazione di tre contratti EPC per un valore complessivo di 3,5 miliardi di dollari.

Rimbalza Juventus (MI:JUVE) +4,2% dopo i forti recenti ribassi.

Zegna e Investindustrial trovano nuove facility da 125 million $, sbarco a Nyse entro anno

Previous article

Borse Europa, rimbalzano dopo settimana volatile

Next article

You may also like

Comments

Comments are closed.

More in Azioni