Azioni

Borse Europa poco mosse dopo sell-off, brilla settore lusso

0

(Reuters) – Le borse europee scambiano poco mosse dopo aver perso terreno nella seduta precedente. I solidi risultati di Burberry e Richemont nel settore del lusso fanno da scudo alla pressione ribassista che viene dal rialzo dei rendimenti dei bond statunitensi e tedeschi.

L’indice paneuropeo STOXX 600 scambia poco mosso dopo aver toccato i minimi di una settimana nella seduta precedente.

I rendimenti dei Treasury Usa a 10 anni scambiano vicini ai massimi di due anni, mentre i rendimenti dei Bund a 10 anni sono avanzati oltre lo 0% per la prima volta da maggio 2019, con gli investitori in attesa di una politica monetaria più restrittiva da parte della Fed.

Gli economisti intervistati da Reuters prevedono anche che l’inflazione nella zona euro resterà a livelli elevati nel corso del 2022, più di quanto stimato un mese fa, fattore che potrebbe spingere la Bce a restringere la politica monetaria una volta contenuta l’ondata di infezioni da Omicron.

Il settore retail balza del 2,2% e il segmento dei beni personali e per la casa avanza dell’1,9%, superando la performance dell’indice di riferimento dopo una serie di risultati incoraggianti.

Il brand del lusso britannico BURBERRY guadagna il 5,9%, sovraperformando l’indice blue-chip londinese FTSE 100, dopo aver riportato nel terzo trimestre un’accelerazione delle vendite a prezzo pieno per capispalla e articoli di pelletteria, in aggiunta a un concreto miglioramento in Asia ed Europa.

RICHEMONT, che controlla il marchio Cartier, avanza del 9,3% dopo aver riportato vendite trimestrali in rialzo quasi del 33% grazie alla solida domanda per i prodotti di gioielleria e orologeria in America e in Europa.

Altri titoli del settore del lusso – tra cui LVMH, KERING e HERMES – avanzano del 3% circa, a sostegno dell’indice blue-chip francese CAC 40.

ASML HOLDING NV guadagna lo 0,6% dopo aver riportato utili trimestrali oltre le attese, stimando una crescita delle vendite pari al 20% nel 2022.

Bund oltre 0%, massimi da maggio 2019. Pressione su titoli dell’Eurozona

Previous article

Tim, che succede? Titolo ancora una volta sul fondo del Mib

Next article

You may also like

Comments

Comments are closed.

More in Azioni