Economia

Il Ceo di Spotify vuole comprare l’Arsenal

0

Il 38enne svedese Daniel Ek avrebbe contattato i proprietari americani della squadra di cui è tifoso sin da bambino
C’è chi sogna di vedere la squadra del cuore allo stadio, chi si accontenta della maglia del suo campione e preferito e chi, come il Ceo di Spotify Daniel Ek, la squadra del cuore è pronto a comprarla. Super tifoso dell’Arsenal fin da bambino, il 38enne svedese che nel 2006 ha contribuito a fondare il gigante dello streaming musicale, ha reso pubblico il suo interesse all’acquisto dei Gunners.

TIFOSI DELUSI
La famiglia americana Kroenke, attuale proprietaria del club, è da tempo nel mirino dei tifosi, che lamentano investimenti non al passo con le altre big della Premier League. L’ultimo campionato vinto dall’Arsenal risale alla stagione 2003/04, quella degli “invincibili” di Thierry Henry e Arsene Wenger sulla panchina. Dopo quel ciclo, culminato nella finale di Champions League persa contro il Barcellona nel 2006, è arrivato un lento declino.

IL TWEET DI EK
Nei giorni scorsi la proprietà americana è tornata sotto accusa dopo l’adesione alla Superlega (poi ritirata) e per l’eliminazione dall’Europa League in semifinale, quando i tifosi già pregustavano una finale tutta inglese contro il Manchester United. A fine aprile Daniel Ek è uscito allo scoperto, twittando che “sin da bambino ho tifato per l’Arsenal, se Kroenke Sports Enterprises) volesse venderlo sarei felice di lanciare il mio cappello sul ring”.

IL PATRIMONIO NON MANCA
I mezzi finanziari non mancano, soprattutto dopo la quotazione in Borsa di Spotify avvenuta nel 2018. Ek ha un patrimonio stimato in 4,8 miliardi di dollari e, secondo quanto affermato dalla leggenda dell’Arsenal Henry, avrebbe già messo insieme i fondi per acquistare il club, valutato 2,8 miliardi di dollari. I primi contatti tra Ek e Stan Kroenke sarebbero già avvenuti, ma la proprietà dell’Arsenal ha fatto sapere che al momento non è interessata a vendere.

Bce potrebbe decidere di rallentare acquisti bond a giugno – Kazaks

Previous article

I futures dell’Oro in rialzo durante la sessione Europea

Next article

You may also like

Comments

Comments are closed.

More in Economia