La facciata di palazzo Chigi illuminata con i colori della bandiera italiana. Roma, Italia, 21 aprile 2020 REUTERS/Remo Casilli
Indici

Italia, export 2020 -9,7%, peggiore risultato da 2009 – Istat

0

Il 2020, l’anno del Covid-19, si è chiuso per l’export italiano con una flessione del 9,7%, il peggiore risultato dalla crisi del 2009.

Secondo i dati diffusi stamani da Istat, lo scorso anno l’avanzo commerciale si è attestato a 63,577 miliardi di euro (+86,125 miliardi al netto dei prodotti energetici), contro i 56,116 miliardi del 2019.

L’import nel 2020 è diminuito del 12,8%.

Tornando all’export, la contrazione registrata l’anno scorso, “dovuta per oltre un terzo al calo delle vendite di beni strumentali, è estesa a tutti i principali mercati di sbocco: Paesi ASEAN e Opec, Francia e Regno Unito mostrano le flessioni più marcate; all’opposto, è molto contenuto il calo dell’export verso la Cina”.

A dicembre il saldo della bilancia commerciale italiana segna un attivo di 6,844 miliardi di euro, rispetto all’avanzo di 5,064 miliardi nello stesso mese del 2019.

Nel mese in esame l’export ha registrato un rialzo del 3,3% su anno, l’import un calo dell’1,7%.

Il saldo relativo ai soli Paesi Ue ha visto nel mese in osservazione un disavanzo di 1,197 miliardi di euro dal deficit di 1,737 miliardi nello stesso mese del 2019. L’export è salito del 2,4% a livello tendenziale, l’import è sceso dello 0,6%.

Istat segnala che “nonostante il calo congiunturale a dicembre, la dinamica dell’export nel quarto trimestre è positiva nel confronto con il trimestre precedente. Su base annua, la crescita accelera (+3,3% da +1,1% di novembre)”.

Reno De Medici, opzione vendita su La Rochette, EV 29 million

Previous article

Energia e sostenibilità: tutto pronto per ConsulenTia 2021

Next article

You may also like

Comments

Comments are closed.

More in Indici