Valute

La sterlina si rafforza sulle speranze di fine lockdown

0

Settimana scorsa la sterlina ha recuperato quota $1,40, un massimo di quasi tre anni, con un rafforzamento da metà dicembre del 5,5% contro dollaro e del 6,5% contro euro
Un rimbalzo dopo l’accordo di Brexit con Bruxelles raggiunto in extremis a dicembre 2020 era atteso, ma forse non così spettacolare. Settimana scorsa infatti la sterlina ha recuperato quota $1,40, un massimo di quasi tre anni, con un rafforzamento da metà dicembre del 5,5% contro dollaro e del 6,5% contro euro.

VACCINO DELLA RIVINCITA PER LA STERLINA
In realtà non si tratta di un massimo post-referendum del 2016, perché quota 1,4 su dollaro era già stata violata a inizio 2018 al traino di un euro molto forte. A spingere il pound non è stato tanto l’accordo commerciale finalmente raggiunto quanto il successo del programma di vaccinazione anti-virus partito decisamente bene, che ha acceso speranze di una fine anticipata dei lockdown.

VERSO LA RIPRESA
Questo potrebbe condurre a un recupero anticipato dei livelli di attività economica pre-pandemia, smentendo le attese degli analisti che fino a poco fa davano la Gran Bretagna in netto ritardo rispetto all’Europa. E a questo punto potrebbero venir smentite anche le previsioni che la Bank of England l’anno prossimo possa vedersi costretta a ricorrere a tassi di interesse negativi.

Forex, Dollaro in recupero, occhi su rialzo rendimenti

Previous article

Forex, corrono sterlina, dollaro neozelandese e australiano, valuta Usa fiacca

Next article

You may also like

Comments

Comments are closed.

More in Valute