Economia

Neuberger Berman lancia un’Opa su Sicit con l’obiettivo delisting, il titolo sale del 7%

0

Circular BidCo ha lanciato un’offerta pubblica di acquisto (Opa) finalizzata al delisting per Sicit, società specializzata nella circular economy con sede in provincia di Vicenza. Attualmente la società, leader mondiale nella trasformazione di scarti animali e industriali in fertilizzanti, è quotata sul segmento Star di Piazza Affari e l’offerta presentata da Circular BidCo, controllata dalla società di investimento Neugerber Berman, ha un valore di 16 euro per azione. Dopo i primi scambi il titolo di Sicit Group è salito dell’11% a 16,75 euro, per poi rientrare verso i 16,6 euro.

OFFERTA DI 16 EURO
L’offerta presentata riguarda la totalità delle azioni, incluse quelle detenute da Sicit e le azioni ordinarie di nuova emissione. L’esborso massimo complessivo di BidCo sarà di 362,37 milioni di euro e l’offerta di 16 euro per azione (ieri il titolo Sicit ha chiuso a 15,49 euro, quindi con un premio del 3,3%) include anche l’importo di qualsiasi dividendo.

ACCORDO NB-INTESA HOLDING
Circular BidCo è interamente controllata da Circular HoldCo. A sua volta il capitale sociale di HoldCo è in mano a Galileo Otto, società di diritto lussemburghese, posseduta da NB Renaissance Partners Holding (che fa capo a Neuberger Berman Group). Nb e Intesa Holding, che detiene il 43,4% del capitale di Sicit, hanno sottoscritto un term-sheet vincolante che prevede, tra le altre cose, l’impegno di Intesa ad aderire all’offerta e, nel caso in cui l’offerta sia perfezionata, a investire indirettamente nel capitale sociale di BidCo (tramite HoldCo). Se l’affare dovesse andare in porto secondo i termini, Intesa Holding e Neuberger Berman arriveranno a detenere il 50% del capitale sociale di HoldCo, in maniera paritaria.

GARANTITA LA CONTINUITÀ MANAGERIALE
L’obiettivo dell’Opa è il delisting di Sicit, ma se non fosse raggiunto, BidCo stessa si riserva di conseguirlo tramite la fusione per incorporazione di Sicit in BidCo e/o HoldCo o in altro veicolo societario non quotato facente capo a BidCo e/o HoldCo. Nella nota diffusa a margine dell’annuncio, BidCo si propone di assicurare la stabilità dell’assetto azionario e garantire la continuità manageriale necessaria in un contesto di mercato in evoluzione, usufruendo della maggiore flessibilità strategica che consegue dallo status di società non quotata.

Nuovo delisting in arrivo a Piazza Affari, Neuberger Berman promuove Opa su Sicit

Previous article

Bank of America costruttiva sull’Italia: “È la chiave per investire in Europa”

Next article

You may also like

Comments

Comments are closed.

More in Economia