Economia

Ue, redditività banche supera livelli pre-pandemia in trim3 2021 – Eba

0

Gli istituti bancari dell’Unione europea hanno aumentato la redditività nel terzo trimestre del 2021, con i sostegni forniti dei governi nel corso della pandemia che hanno permesso di ridurre il numero dei potenziali crediti deteriorati.

È quanto afferma l’autorità bancaria europea Eba.

“La qualità degli asset è migliorata ulteriormente, ma c’è preoccupazione per i prestiti che hanno beneficiato di moratorie e programmi di garanzia pubblica, non da ultimo a causa della generale incertezza causata dalla variante Omicron del coronavirus”, si legge nell’ultima “risk dashboard” trimestrale dell’Eba.

“La redditività si è stabilizzata a livelli superiori a quelli registrati prima della pandemia. Gran parte delle banche prevede un aumento dei rischi operativi principalmente a causa degli elevati rischi informatici”.

La percentuale dei non performing loan (Npl) sui crediti è scesa di 20 punti base su trimestre al 2,1%, mentre il return on equity (Roe), indice di redditività del capitale proprio, è salito al 7,7%, in aumento dal 2,5% registrato nello stesso trimestre del 2020 e anche dal 5,7% del terzo trimestre del 2019.

Nel 2021 il Cet1 ratio si è attestato al 15,4%, in calo di 10 punti base rispetto al trimestre precedente, ma comunque ben al di sopra dei requisiti regolamentari, secondo l’Eba.

I dati a cura dell’Eba si basano su un campione di 131 istituti che coprono oltre l’80% degli asset del settore bancario del blocco.

Snam avvia operazione riacquisto in vista offerta bond ‘sustainability’

Previous article

M&A: Bper alza la posta su Carige, nuove voci su UniCredit

Next article

You may also like

Comments

Comments are closed.

More in Economia